La crioanestesia - Amicoperlapelle

Vai ai contenuti

Menu principale:

La crioanestesia

Metodiche > Metodiche chirurgiche





E' ben noto a tutti come il freddo renda insensibile la pelle, a volte anche al dolore intenso: chi ha provato ad immergersi in un torrente di montagna sa che, quando si esce, le gambe "non si sentono più" e non ci si accorge nemmeno di toccarle.
Basandosi su questo semplice principio, sono state messe a punto apparecchiature in grado di raffreddare intensamente la cute, fino a 2° o 3°, nel punto in cui si deve procedere ad un intervento chirurgico, mediante un potente getto d'aria gelata, che non influisce con i raggi laser e rende insensibile la zona trattata

I campi principali di applicazione riguardano le tecniche Laser, sia per l'epilazione che per il trattamento dei capillari e degli angiomi o per il trattamento mediante Laser co2 di piccole lesioni cutanee; con lo stesso sistema anche la Terapia Fotodinamica risulta pressochè indolore.

Lo strumento più performante sul mercato è lo smart Cryo della Deka, che viene associato ad adeguati manipoli, a seconda del tipo di procedura, che fanno convergere il flusso regolabile per l'esigenza esattamente nella zona trattata.
Ovviamente l'apparecchiatura è presente nel mio studio, in quanto da sempre sono alla ricerca di metodiche atte a diminuire il dolore delle procedure dermochirurgiche.
Torna ai contenuti | Torna al menu